Di recente l’azione della Scarlatti, pur non rinunciando agli obiettivi del passato, ha continuato a provare nuove strade nella comunicazione col pubblico: lo spirito della musica da camera classica – espressione di una «cultura volta a sviluppare i valori umani» (Dahlhaus) – è entrato in luoghi diversi dal consueto, con giovani interpreti pronti a portare un nuovo soffio di vita alle pagine del passato.