Le donne ebbero un ruolo non secondario durante le Quattro Giornate di Napoli, così come durante tutta la resistenza all’occupazione tedesca in varie parti d’Italia. E se sulla linea della battaglia di Cassino avrebbero sofferto anche gli stupri di massa delle truppe francesi con i soldati marocchini, a Napoli la loro partecipazione non fu da vittime: qui l’immagine simbolo è quella di Maddalena Cerasuolo, combattente delle Quattro Giornate e medaglia al valor militare, che alla cacciata dei tedeschi mostra orgogliosa la sua arma.