L’8 maggio, con un colpo di pistola alla testa nella sua casa di Palazzo Cellammare, si suicidò il matematico napoletano Renato Caccioppoli, uno dei personaggi più geniali della città. La notizia fece molto scalpore a Napoli, ma chi lo conosceva bene non ne fu sorpreso. Alla sua figura, il regista Mario Martone ha dedicato, nel 1992 il film “Morte di un matematico napoletano”.