Nell’autunno del 1918 la Gubitosi, insieme a Maria De Sanna, e con l’apporto determinante di Salvatore Di Giacomo e Giovanni Tebaldini, fonda

l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli. L’intitolazione al celebre musicista palermitano proviene da un suggerimento di Di Giacomo, e così pure il coinvolgimento di Tebaldini, organista compositore nonché insigne polifonista, e il sostegno in forme varie da parte di alcune personalità rilevanti del contesto napoletano: Matilde Serao, Remigia Gianturco, Angelo Conti, Gennaro Napoli, Alessandro Longo, Riccardo Forster, il Senatore Arlotta, Saverio

Procida, Davide Mele