Nell’estate del ‘71 Gianni Eminente, consulente dell’Associazione Scarlatti, diede vita all’iniziativa “Musica d’insieme”, nel corso della quale, solisti italiani e stranieri, con la guida di Salvatore Accardo, si riunivano per studiare, concertare ed e-seguire musica dei più svariati autori e dal più inconsueto organico strumentale. Ne derivò uno straordinario interesse da parte del pubblico, soprattutto giovanile, che, essendo ammesso alle prove diurne, cominciò ad acquisire nuova familiarità con pagine di musica da camera ritenute “difficili” o dimenticate.