Il grande merito del successo della musica d’insieme è da attribuire al suo ideatore e organizzatore, Gianni Eminente, consulente dell’Associazione Scarlatti tra il 1968 e il 1993,
e alla disponibilità di artisti come Salvatore Accardo, vero e proprio trascinatore di una équipe di musicisti centrata intorno a un gruppo di fedelissimi quali Dino Asciolla,
Rocco Filippini, Pierre Amoyal, Sylvie Gazeau, Alain Meunier, Christian Ivaldi, Bruno Canino, Franco Petracchi, Claus Kangiesser, Antony Pay, Michele Campanella, Bruno Giuranna. A una edizione fece la sua comparsa perfino Maurizio Pollini, forse l’artista più lontano dall’approccio disinvolto della rassegna, ma pure catturato dalla sua irresistibile atmosfera.