Il trionfo di detta polarità si raggiunge con la ‘duplice’ inaugurazione della Grande Sala da concerto del San Pietro a Majella intitolata, per l’appunto anch’essa, ad Alessandro Scarlatti. Al solenne concerto inaugurale organizzato dal Conservatorio, in data 5 dicembre 1925, partecipa la Scuola corale Scarlatti guidata dalla Gubitosi accanto all’orchestra dell’Istituto diretta da Camillo De Nardis con un programma di musiche di scuola napoletana; di lì a poco, in data 27 dicembre 1925, l’Associazione Scarlatti propone il suo primo concerto all’interno della Grande Sala, la “Commemorazione di Alessandro Scarlatti” con il discorso di Tebaldini e il binomio Napolitano, direttore d’orchestra, e Gubitosi, Maestra del coro, alla testa delle compagini della Società.